21 e 22 novembre 2015 ore 20,30 presso teatro bolivar di Napoli spettacolo di danze e arti circensi “DIVINA COMMEDIA “

21 e 22 novembre 2015 ore 20,30 presso teatro bolivar di Napoli  spettacolo di danze e arti circensi “DIVINA COMMEDIA “
21 e 22 novembre 2015 ore 20,30 presso teatro bolivar di Napoli spettacolo di danze e arti circensi “DIVINA COMMEDIA “

Inferno, Purgatorio, Paradiso sul palco del teatro bolivar di Napoli.

In scena la Divina Commedia, il viaggio immaginario attraverso i tre regni ultraterreni ricreati dagli artisti della compagnia d danza e arti circensi vox mundi che, attraverso le diverse coreografie, ne raccontano le vicende. Sotto la direzione artistica e coreografica di Flora De Caro, lo spettacolo sarà animato da numerosi ospiti: Perla Elias Nemer, nel ruolo di Calliope, coreografa della “danza delle muse” del primo canto del Purgatorio. Serena De Luca e Mario Turco si esibiranno in una performance di cerchio aereo e pole dance acrobatica; Annalisa Esposito in tessuto aereo.

Ancora come guests star Ilaria COSCIONE della scuola d danza Ilary dance di Marano direttrice e il suo corpo di ballo, certo Garofalo direttrice accademia danza classica TERSICORE di Giugliano e allieve.

Nel corpo di ballo, Vox mundi ancora, nel ruolo di anime e dannate, purificate e benedette tutte le allieve di Samara Noor ed il suo corpo di ballo “samarabellydance”; le allieve di Ilenia Borrelli, Amalia Belgiovine e Pina Franco. Caratteristica dello spettacolo sarà la compresenza di più stili, fusi in un unico armonioso quadro, ed è proprio questo particolare aspetto a comunicare quanto la danza orientale sia un’arte, ma anche una disciplina sportiva impegnativa, attraversandola nel tempo e nelle sue tradizioni, dal classico al moderno fino a raggiungere caratteri acrobatici con le straordinarie combinazioni coreografiche di pole dance.
E ancora  Bollywood, sotto la direzione artistica di Veronica Aishanti; tribal fushion, diretta da Laura Arcudi; danze tradizionali del sud Italia, seguita dalla maestra Carmen Friolo; flamenco-arabo, con Amalia Belgiovine; ATS, dirette da Elvira Maione. Ogni disciplina si muove su diverse forme e tecniche; la danza del ventre conduce un percorso che va dal mondo classico (che fa uso di attrezzi come le spade, i piatti, le ali) verso mondi di danze popolari come il “Gawazee”, fino alla proposta di tendenze e stili più moderni (fan veils, veils poi).

La presenza di una voce narrante e la comparsa di ballerini tra la platea sono gli elementi che contribuiscono alla totale immersione del pubblico all interno di questo show dal sapore surreale, magico. coreografie e musiche dal forte impatto emotivo, creeranno un continuo flusso di tensione e attesa nel pubblico, proiettandolo verso la realtà spettacolare stessa. Eccellente risultato di una perfetta collaborazione artistica tra insegnanti, ospiti e ballerini, grazie alla sapiente direzione artisti